Skin Cancer Day
altri tumori della pelle skin cancer day - giornata nazionale prevenzione tumore cutaneo
torna alla pagina principale
carcinoma basocellulare

Che cos'è
Il carcinoma basocellulare è la forma più comune di tumore della pelle che insorge dalle cellule basali che si trovano nell'epidermide.

Da cosa è causato
la causa più comune del carcinoma basocellulare è l'esposizione cronica alla luce solare. Questo tumore si sviluppa prevalentemente nelle zone del corpo fotoesposte come viso, orecchie, cuoio capelluto, collo, spalle e dorso e raramente insorge in zone non esposte alla luce solare. Gli altri fattori che possono contribuire alla sua insorgenza sono contatto con arsenico, esposizione a radiazioni, cicatrici da ustione o post traumatiche, vaccinazioni e tatuaggi.

Chi lo sviluppa
Le persone che hanno il rischio più alto di sviluppare il carcinoma basocellulare sono quelle con la carnagione chiara, i capelli biondi o rossi, gli occhi azzurri, verdi e grigi. Fino a non molto tempo fa le persone più colpite erano gli anziani che avevano lavorato per molti anni all'aria aperta, ma ultimamente l'età media di insorgenza ha subito una notevole diminuzione. Hanno maggiore vulnerabilità soggetti che hanno una occupazione che li obbliga a lunghe esposizioni al sole o quelle che passano il loro tempo libero al sole.

Come si presenta
Esistono cinque caratteristiche più tipiche del carcinoma basocellulare anche se a volte questi tumori rassomigliano a condizioni cutanee diverse di tipo non tumorale. Pertanto solo il dermatologo può fare una diagnosi sicura. Occorre pertanto fare regolari esami dell'intera superficie corporea senza trascurare il cuoio capelluto, le orecchie, il collo, la schiena. Qualora si individuassero uno degli aspetti qui sotto riportati o cambiamenti persistenti della pelle, occorre rivolgersi al dermatologo. In genere si consigliano visite a intervalli regolari dal dermatologo per esaminare l'intera superficie corporea. Ricorda: la pelle non va trascurata.

5 segnali di avvertimento

  1. una chiazza rossa al petto, alle spalle, al dorso, alle braccia o alle gambe;
  2. una piaga aperta che forma una crosta o sanguina spesso e rimane aperta per più di tre settimane, un'ulcera che non rimargina mai;
  3. un nodulino rosa con bordo rigonfio e una rientranza al centro ricoperta da crosta;
  4. una zona biancastra simile a cicatrice;
  5. un nodulo di colorito perlaceo e lucido rosa, bianco, rosso chiaro o scuro.

Come si tratta
La prima cosa da fare è l'esame medico con il quale viene formulato un sospetto. La diagnosi viene poi confermata con la biopsia: viene prelevato un piccolo lembo di pelle in anestesia locale ed analizzato al microscopio. Se vi sono cellule tumorali è necessario di solito il trattamento chirurgico di asportazione della lesione tumorale. Vi sono poi altri tipi di trattamento usati in base al tipo, dimensione, posizione e profondità del tumore come la criochirurgia che utilizza azoto liquido per congelare la lesione e la radioterapia. Se trattato il carcinoma basocellulare può essere curato fin dallo stadio iniziale. Questo tipo di tumore cutaneo difficilmente si espande e dà metastasi ma può danneggiare i tessuti circostanti causando notevole distruzione con perdita di sostanza. Le persone che hanno avuto un carcinoma basocellulare possono svilupparne altri negli anni successivi, pertanto si dovrebbero effettuare di routine visite specialistiche della pelle nell'ambito di un programma di prevenzione sanitaria.

[Ultimo aggiornamento: 29/09/2003]

i centri specialistici

seleziona la provincia desiderata per ottenere l'elenco dei centri specialistici in cui è possibile prenotare visite di controllo durante tutto l'anno. I centri dell'elenco non partecipano necessariamente alla prossima edizione dello Skin Cancer Day